Prepper.it fa uso di cookies classificati come "strettamente necessari" alla navigazione. Se continuate nella navigazione del sito acconsentite all'utilizzo degli stessi

 

Pronto Soccorso

20170306 SupercollaFeriteUno degli argomenti che talvota si sentono quando si parla di primo soccorso in condizioni remote, è quello di utilizzare l'attaccatutto (uno dei tanti prodotti a base di cianoacrilato) per chiudere le ferite. Questo metodo di fortuna non è sicuramente un modo ottimale, ne tantomeno da prendere alla leggera, soprattutto in una situazione di reale necessità. Ecco quindi una guida sull'argomento.

Le dovute cautele e premesse

Va premesso che l'utilizzo di metodi alternativi va sempre preso con le molle e per nessuna ragione ci si deve orientare verso questi metodi di ripiego quando si hanno alternative migliori a disposizione.
Men che meno è saggio partire con l'idea di rivolgersi a questi sistemi per mancanza di metodi migliori o (peggio) della competenza necessaria: in tutti questi casi è dovere di un prepper imparare quanto necessario e dotarsi delle qualifiche richieste e oriantarsi verso i metodi corretti e lasciare il metodo di ripiego solo come ultima spiaggia quando le circostanze non consentono nulla di meglio.
Oltre a questo, va ricordato che l'operazione di chiusura di una ferita è solo uno dei passaggi da effettuare, e deve essere preceduto dalla pulizia e disinfezione della stessa, oltre che da tutte le altre considerazioni necessarie riguardo al tipo di ferita, alla gravità della situazione, al contesto ed alle conseguenze dell'operazione.

Le alternative

Sicuramente, i metodi più idonedi di chiudere una ferita sono quelli canonici: punti di sutura, steril-strip e cerotti.
Particolare riguardo va usato per la questione suture: non vanno assolutamente fatte se non si ha la dovuta esperienza professionale e le qualifiche mediche necessarie, essendo questa una operazione non esente da rischi. Non vanno assolutamente seguite le indicazioni televisive e cinematografiche secondo cui si potrebbero chiudere le ferite con ago e filo da cucito!
E' possibile trovare in commercio sia il materiale necessario per fare una sutura, e anche il kit necessario per fare la dovuta necessaria pratica.

Molto più semplice, e con risultati accettabili, utilizzare gli steril-strip che permettono di chiudere i lembi delle ferite più semplici: quelle lineari, non troppo profonde o estese.

Il Cianoacrilato

Questo materiale nasce con altri scopi militari, ma la sua caratteristica di essere "troppo appiccicoso" fa si che fallisca nel suo intento originale. Tuttavia sul campo di battaglia è necessario ingegnarsi, ed è quindi accaduto, quasi casualmente, che venisse usato in emergenza per chidere ferite.
Da allora l'utilizzo di materiali collanti è stato molto approfondito in ambiente medico, e ci sono diversi prodotti che sono nati da quell'iniziale tentativo.
Tuttavia i materiali usati oggi a questo scopo sono molto diversi dal cianoacrilato che compone molte delle supercolle in commercio. In particolare questo tipo di colla ha grossi svantaggi:

  • quando asciuga il cianoacrilato rilascia calore che potrebbe danneggiare i tessuti.
  • mentre secca rilascia cianoacetato e formaldeide che irrita gola, occhi e polmoni.
  • possono provocare intenso bruciore
  • una volta seccato tende ad indurirsi, irrigidendo la pelle circostante

Tra i presidi medici adatti a questo tipo di operazione troviamo molte diverse formulazioni come SurgiSeal, Dermabond, GluShield e molti altri. Tuttavia questi prodotti non sono in vendita al pubblico

Quando non usare mai la colla

Mai usare la colla sulla pelle più sensibile: viso, collo, vicinanze degli occhi. Mai sui tagli profondi o su quelli che stanno continuando a sanguinare. Mai usarlo su ferite infette o che non siano state adeguatamente pulite e disinfettate, e questo in particolare modo se si tratta di punture di insetti o morsi di animale in genere.

Quando possiamo farci un pensiero?

La risposta giusta è "mai". Tuttavia ipotiziamo di non avere nell'immediato metodi migliori a disposizione e di avere la stringente necessità di dover ripiegare in questo modo.
Non sono molte le situazioni in cui la supercolla può darci una mano, ma per fortuna queste sono anche le più comuni. Si tratta dei casi in cui:
la ferita è poco profonda (pochi millimetri)
il taglio è lineare pulito

In tal caso:

  • disinfettare perfettamente la ferita
  • verificare di non essere in uno dei sopracitati casi in cui non va usata la colla
  • meglio se si è in due a farlo
  • aspettare che la ferita abbia smesso di sanguinare
  • avvicinare i lembi della ferita
  • applicare la colla "per piccoli punti" partendo dalla metà della ferita e poi via via procedere sulle metà successive
  • non applicare uno strato esteso di colla ("a pennello")
  • mai strofianrsi gli occhi dopo o durante l'operazione

A questo punto ovviamente resta comunque necessario recarsi al pronto soccorso appena possibile: sarà infatti necessario far controllare a personale medico qualificato lo stato della ferita e il tipo di cure necessario

 

Accesso Utenti

Sponsors

 

 

cr1pto

BugOut2.it

MTB

MioGadget

milstore2000